Codice della strada: stretta sugli autovelox selvaggi e multe fino a 2.600 euro per chi usa il cellulare alla guida
Codice della strada: stretta sugli autovelox selvaggi e multe fino a 2.600 euro per chi usa il cellulare alla guida
Prevista anche la sospensione della patente di guida da quindici giorni a due mesi fin dalla prima violazione. Incrementate le sanzioni pecuniarie in caso di sosta negli stalli dedicati ai disabili

di Silvia Valente 18/09/2023 18:41

Ftse Mib
34.490,71 8.01.25

+0,07%

Dax 30
18.693,37 23.51.08

+0,01%

Dow Jones
39.069,59 8.23.27

+0,01%

Nasdaq
16.920,79 23.51.08

+1,10%

Euro/Dollaro
1,0849 23.00.45

-0,05%

Spread
130,62 17.30.00

+0,99

Il Consiglio dei ministri ha approvato in esame definitivo il disegno di legge che introduce interventi in maniera di sicurezza stradale e la delega per la revisione del codice della strada, recependo alcune delle modifiche proposte dalla Conferenza Unificata Stato-Regioni.

Nello specifico il nuovo codice della strada si muove contro l’utilizzo degli «autovelox selvaggi», dando specifiche tecniche sugli apparecchi e sul loro posizionamento. Su richiesta dei sindaci, nei casi in cui lo stesso guidatore commetta la violazione dei limiti di velocità all’interno del centro abitato per almeno due volte nell’arco di un anno la multa arriverebbe fino a 1.084 euro e la sospensione della patente da quindici a trenta giorni.

Diventano più salate anche le sanzioni per chi usa il telefono alla guida, senza auricolari o vivavoce. Le multe imponibili passano dalla fascia 165-660 euro al range 422-1697 euro, con sospensione della patente di guida da quindici giorni a due mesi fin dalla prima violazione. In caso poi di recidiva nel biennio, oltre alla sanzione accessoria della sospensione della patente da uno a tre mesi, già prevista dal codice vigente, si prevede il pagamento di una somma da 644 a 2588 euro, oltre ad una decurtazione dei punti dalla patente: 8 nell’ipotesi di prima violazione e 10 punti alla seconda violazione.

La Conferenza unificata ha spinto inoltre per incrementare le sanzioni pecuniarie in caso di sosta negli stalli dedicati ai disabili, elevandole, per i ciclomotori e i motoveicoli a due ruote, a 165-660 euro (ora previste da euro 80 ad euro 328) e per i restanti veicoli a 330-990 (ora prevista tra euro165 ad euro 660). Inoltre diventano più importanti le multe per i parcheggi nelle corsie riservati allo stazionamento e alla fermata degli autobus e di tutti i mezzi del trasporto pubblico locale. Nel dettaglio, per i ciclomotori e i motoveicoli a due ruote tra 87 a 328 euro (ora tra 41-168 euro) e tra 165- 660 euro per i restanti veicoli (ora tra 87 a 344 euro).

L’area cargo di Malpensa 

Sul fronte invece delle infrastrutture, lo sviluppo dell’area cargo di Malpensa è, secondo Matteo Salvini, «un obiettivo strategico che non può essere vincolato da se, da ma e da forse». Per questo «conto che presto, e intendo già domani, arrivi la proposta di una norma che permetta di superare il blocco che si frappone a uno sviluppo fondamentale per l'economia del territorio». Lo ha annunciato il vicepremier, intervenendo in video collegamento alla conferenza di presentazione di Malpensa Hydrogen Valley, presso il museo di Volandia a Somma Lombardo.

(riproduzione riservata)