Pirelli&C: il titolo prova un nuovo allungo
Pirelli&C: il titolo prova un nuovo allungo

La situazione tecnica di Pirelli&C rimane positiva. Il titolo, confermando il trend rialzista nel quale si trova inserito, ha infatti compiuto un veloce balzo in avanti ed è salito oltre quota 5,50. Il breakout di quest’ultimo livello (accompagnato da un deciso incremento dei volumi) può aprire ulteriori spazi di crescita, con un primo target in area 5,5450-5,55 e un secondo obiettivo a ridosso dei 5,59 euro. Difficile per adesso ipotizzare un’inversione ribassista di tendenza: un’eventuale correzione troverà un valido sostegno in area 5,25-5,20. Soltanto il ritorno sotto quest’ultimo livello potrebbe fornire un segnale negativo. (riproduzione riservata) Gianluca Defendi

32.599,55 11.15.37

-0,33%

17.566,32 11.15.44

+0,06%

38.972,41 10.43.26

-0,25%

16.035,30 7.25.12

+0,37%

1,0801 11.00.35

-0,42%

144,31 11.30.56

+0,06

Dax future: un nuovo balzo in avanti

Dax future: un nuovo balzo in avanti

Nella seduta di martedì 27 febbraio il Dax future ( scadenza marzo 2024 ) ha compiuto un nuovo allungo e si è portato a ridosso dei 17.600 punti. La situazione tecnica di breve periodo rimane quindi costruttiva anche se, prima di poter effettuare un ulteriore balzo in avanti (che avrà un primo target in area 17.635-17.640 e un secondo obiettivo a quota 17.670 punti), è probabile una pausa di consolidamento. Difficile per adesso ipotizzare un’inversione ribassista di tendenza: pericolosa invece...

9 mins
Ftse Mib future: spunti operativi per mercoledì 28 febbraio

Ftse Mib future: spunti operativi per mercoledì 28 febbraio

Quella di martedì 27 febbraio è stata una giornata positiva sul mercato azionario italiano che ha tentato un allungo ma è rimasto al di sotto di una solida zona di resistenza.  Il Ftse Mib future ( scadenza marzo 2024 ) è infatti sceso verso i 32.580 punti prima di iniziare un veloce recupero intraday. La situazione tecnica rimane costruttiva anche se, prima di poter effettuare un ulteriore allungo, è possibile una pausa di consolidamento. Una nuova dimostrazione di forza arriverà con il breakout di quota 32.800 e avrà un primo target in area 32.960-32.980 punti.  Difficile per adesso ipotizzare un’inversione ribassista di tendenza: pericolosa una discesa sotto i 32.430 punti anche se un’eventuale correzione troverà un valido sostegno in area 32.100-32.000. Da un punto di vista grafico, poi, soltanto il cedimento di quota 31.700 potrebbe fornire un segnale di negativo. Strategia operativa intraday per mercoledì 28 febbraio ( future marzo 2024 ). Long a 32.680 con target a 32.780 prima, a quota 32.880 poi e in area 32.960-32.980 in un secondo momento. Stop a 32.580. (riproduzione riservata) Gianluca Defendi

9 mins
Btp future: supporto in area 117-116,85 punti

Btp future: supporto in area 117-116,85 punti

Nella seduta di martedì 27 febbraio il Btp future ( scadenza marzo 2024 ) ha tentato un recupero ma non è riuscito a superare i 117,70 punti. La situazione tecnica di breve termine rimane quindi contrastata: prima di poter iniziare una risalita di una certa consistenza sarà pertanto necessaria un’adeguata fase riaccumulativa al di sopra del sostegno posto in area 117-116,85 punti. Da un punto di vista grafico, infatti, soltanto il ritorno sopra i 119,30 punti potrebbe fornire un segnale rialzista. Pericolosa invece una discesa sotto i 116,80 punti anche se un segnale negativo arriverà solo con il cedimento di quota 116,50. (riproduzione riservata) Gianluca Defendi

9 mins
Argento: positivo solo il ritorno sopra i 23,60$

Argento: positivo solo il ritorno sopra i 23,60$

I prezzi dell’ argento ( contratto Silver future ) si sono scontrati con la solida barriera grafica posta in area 23,45-23,60 dollari e hanno subito una veloce correzione. La struttura tecnica di breve termine rimane precaria: importante quindi la tenuta del sostegno grafico posto a quota 22,15-22$ in quanto può favorire una fase riaccumulativa,  premessa indispensabile per poter iniziare una risalita di una certa consistenza. Da un punto di vista grafico, tuttavia, soltanto il breakout di quota 23,60 potrebbe provocare un’inversione rialzista di tendenza e aprire ulteriori spazi di crescita. Una chiusura giornaliera inferiore ai 22 dollari fornirà invece un pericoloso segnale ribassista di tipo direzionale. (riproduzione riservata) Gianluca Defendi

9 mins
Euro-dollaro: la situazione tecnica rimane contrastata

Euro-dollaro: la situazione tecnica rimane contrastata

Nella giornata di martedì 27 febbraio il cambio Euro/Dollaro ( EUR/USD ) ha subito una veloce correzione ed è sceso in area 1,0835-1,0833. La struttura tecnica di breve periodo rimane quindi contrastata: prima di poter iniziare una risalita di una certa consistenza sarà pertanto necessaria un’adeguata fase riaccumulativa. Un rimbalzo dovrà comunque affrontare un primo ostacolo in area 1,09-1,0910 e una seconda resistenza a ridosso di 1,0970. Da un punto di vista grafico, tuttavia, soltanto una discesa sotto 1,0695 potrebbe fornire un segnale negativo e innescare una rapida flessione che avrà con un primo target in area 1,0665-1,0660 e un secondo obiettivo a ridosso di 1,0630. (riproduzione riservata) Gianluca Defendi

9 mins