Il Senato Usa approva il salvataggio da 2mila miliardi. Assegni entro 3 settimane

di Elena Dal Maso 26/03/2020 06:52

Il Senato Usa approva il salvataggio da 2mila miliardi. Assegni entro 3 settimane
 
  ULTIMO   VAR
Spread 191,93
17.29.36

-8,98%

Il Senato degli Stati Uniti ha approvato all'unanimità lo storico pacchetto da 2mila miliardi di dollari per sostenere la più grande economia del mondo colpita dalla pandemia di coronavirus. Ora il testo passa alla Camera, che dovrebbe votare domani, venerdì, mentre il presidente Donald Trump si è detto disponibile a firmarlo quanto prima.

Il gigantesco piano, che ha tenuto sospesi in lunghe ore di contrattazioni Repubblicani e Democratici dalla scorsa domenica, ha un valore complessivo di 2 mila miliardi di dollari e comprende assegni diretti da 1.200 dollari ai cittadini con un reddito fino a 75 mila dollari all'anno, offre 350 miliardi in prestiti alle piccole imprese e istituisce un fondo da 500 miliardi per i prestiti a industrie, città e stati. 

Il voto è stato unanime 96-0. Il presidente della Camera, Nancy Pelosi, democratico della California, aveva spiegato nei giorni scorsi che Camera poteva approvare il progetto di legge con il cosiddetto consenso unanime. Ma ieri sera era intervenuta precisando che non credeva che l'opzione, in base alla quale tutti i senatori devono essere d'accordo, avrebbe funzionato. In un'intervista ai media americani Pelosi ha dichiarato di essere aperta a una votazione per appello nominale se un membro del Senato lo avesse richiesto.

Il leader della maggioranza della Camera, Steny Hoyer, ieri ha spiegato che ora la Camera voterà venerdì, mentre il presidente Donald Trump ha detto firmerà il piano immediatamente, forse già entro sabato.

Altri dettagli dell'intervento, che è stato scritto dai funzionari dell'amministrazione Trump e dai leader del Senato democratico e repubblicano, includono 50 miliardi in finanziamenti e prestiti per le compagnie aeree che trasportano passeggeri e oltre 100 miliardi per gli ospedali. Il segretario al Tesoro, Steven Mnuchin, il braccio destro di Trump che ha condotto la maratona delle trattative, ha aggiunto di aspettarsi che gli americani ricevano i loro pagamenti diretti entro tre settimane. Intanto i futures su Wall Street sono per ora in rosso, l'S&P segna un -0,85%. (riproduzione riservata)