Fca-Psa, la Commissione Ue deciderà sulla fusione entro il 2 febbraio 2021

di Paola Valentini 01/10/2020 13:05

Fca-Psa, la Commissione Ue deciderà sulla fusione entro il 2 febbraio 2021
 
  ULTIMO   VAR
Spread 137,06
17.29.47

-0,13%

L'autorità di controllo della concorrenza europea si esprimerà sulla fusione Psa-Fca entro il prossimo 2 febbraio. E' quanto emerge da una nota pubblicata sul sito web della Commissione europea. Dopo uno stop di due mesi la Commissione europea è ripartita con le indagini sugli effetti dell'integrazione, sulla base dei nuovi dati presentati dalle due società alle autorità Ue su richiesta di queste ultime.

Psa, riferisce Reuters citando fonti vicine al deal, avrebbe proposto di cambiare le joint venture nel business dei furgoni che il gruppo francese ha in essere con la casa giapponese Toyota, per ridurre le preoccupazioni dell'autorità garante della concorrenza europea sulla posizione dominante che raggiungerebbe il gruppo automobilistico al mondo dopo le nozze con Fca. Il matrimonio infatti creerà il quarto colosso dell'auto a livello mondiale.

La Commissione Ue esaminerà questa offerta, chiedendo anche pareri sul mercato, per arrivare a una decisione finale o chiedere nuove proposte, nel caso non ritenesse soddisfacenti quelle avanzate finora. Intanto ieri Fca ha fatto sapere che dopo il rientro al lavoro di tutti gli addetti al polo Mirafiori e Grugliasco, e le assunzioni di nuovi addetti per far fronte all'incremento produttivo legato all'elettrificazione di vari modelli, è in crescita anche la produzione di mascherine chirurgiche richieste dal governo per l'emergenza Covid.

E' stato raggiunto il primo traguardo, 100 milioni di mascherine prodotte, e nella prossima settimana verrà completata l'installazione di tutte le linee di confezionamento previste: 19 a Pratola Serra (Avellino) e 25 a Mirafiori (Torino). Al momento il titolo Fca segna a Piazza Affari segna un marginale ribasso dello 0,08% a 10,46 euro. (riproduzione riservata)