Come funziona il forex trading nei periodi di instabilità geopolitica?

02/03/2022 09:31

Come funziona il forex trading nei periodi di instabilità geopolitica?
 
  ULTIMO   VAR
Spread 197,82
11.48.50

+5,23%

Venti di guerra soffiano sui mercati finanziari e, in un periodo di instabilità geopolitica come questo, a subirne i contraccolpi è anche il forex trading. L’effetto domino di ogni avvenimento importante è una conseguenza inevitabile, che influisce sui settori più strategici dell’economia mondiale.

Dal momento in cui gli Stati Uniti hanno reso noto che l’Ucraina potrebbe essere invasa dalla Russia, i mercati hanno cominciato a muoversi di conseguenza.

La corsa agli acquisti dei beni rifugio è stata, così come analizzato in altri periodi storici similari, il primo chiaro effetto. I principali riferimenti restano l’oro e le monete forti come il dollaro, il franco svizzero e lo yen giapponese.

Gli esperti della Commerzbank, una delle più grandi banche della Germania, hanno sottolineato in questi giorni quanto sia forte la dipendenza energetica dell’Eurozona dall’area russa. Un dato di fatto che lascia prevedere una vita non facile per l’euro nel caso di un’escalation del conflitto, ma che porterebbe anche a una importante impennata dei costi dell’energia.

I mercati, in questo momento, sono in uno stato di attesa rispetto alla situazione e ci resteranno fin quando la disputa non prenderà una strada ben definita. Come suggeriscono molti report, resta da tenere in grande considerazione ciò che la storia insegna. Durante i precedenti conflitti, dalla Seconda Guerra Mondiale alla guerra in Libia, la Borsa ha sempre manifestato delle spinte importanti.

Cos’è il forex trading

Il forex trading è l’attività di investimento finanziario che consente di speculare sul mercato valutario. Il guadagno viene generato dalla compravendita di valute estere, grazie alla capacità di sfruttamento dell’andamento dei prezzi.

Il termine forex è l’abbreviazione di Foreign Exchange market, la cui traduzione letterale è mercato dei cambi valutari.

Si tratta di un mercato interessante per chi ama il settore e desidera dar vita a un’attività di investimento finanziario, anche secondaria. Il vantaggio del trading online è quello di poter operare in un mercato mondiale restando sul proprio divano di casa. Aperto 24 ore, 5 giorni su 7, consente una grande libertà di gestione.

D’altronde, il forex trading permette di iniziare investendo cifre minime per ogni operazione, anche se in ogni caso resta fondamentale aggiornarsi attraverso i canali ufficiali di settore, affidandosi alle piattaforme più sicure.

Esistono corsi di formazione, curati dagli stessi broker, che permettono di acquisire le competenze base per poter affrontare queste negoziazioni con maggiore consapevolezza e più libertà di movimento.

Come funziona il forex trading

Non è difficile comprendere come funziona il forex trading, il quale si basa sulla compravendita di valute in contemporanea. In pratica il trader compra una valuta e ne vende un’altra nello stesso momento.

Lo scambio, però, avviene sempre rigorosamente in coppia. Ad esempio, la sterlina con il dollaro, l’euro con lo yen e così via.

Per la precisione la prima valuta a sinistra viene denominata valuta base, mentre la seconda valuta a destra vien definita valuta quotata.

Questa negoziazione di valute si può effettuare tramite piattaforme online apposite, chiamate, per l’appunto, broker.

Lo scopo di questo mercato è di facilitare il commercio e degli investimenti internazionali, basandosi su otto valute in rappresentanza delle principali economie. Le zone di riferimento sono: Stati Uniti, Unione Europea, Svizzera, Giappone, Regno Unito, Canada, Australia e Nuova Zelanda.

Come scegliere un broker

Se non si hanno le competenze necessarie per scegliere un broker è bene prima chiarirsi le idee facendo letture approfondite sull’argomento. Anche seguire altri trader esperti consente di cominciare a capire i meccanismi del settore.

Il giro d’affari è esorbitante, di conseguenza lo sono le opportunità. Quasi il totale delle valute viene scambiato a soli scopi speculativi, toccando il 90/95 %, per un valore totale di più di 5 mila miliardi di dollari al giorno.

Qualunque broker si scelga deve possedere i requisiti base di affidabilità e serietà, il principale è la regolamentazione da parte di organi di controllo e vigilanza, come ad esempio CySEC.

L’interfaccia dovrà risultare intuitiva e chiara, pensata per gli utenti finali. Non meno importante è la disponibilità di webinar, materiale informativo, slide e informazioni che supportino in toto chi la sceglie per la propria attività di negoziazione online.

Infine, non per importanza, un buon broker deve offrire il conto di trading anche in versione demo.

www.tradingmania.it