Milano chiude in positivo (+0,54%), spread fermo a 107 punti

di Rossella Savojardo 22/07/2021 17:23

Milano chiude in positivo (+0,54%), spread fermo a 107 punti
 
  ULTIMO   VAR
Spread 105,00
17.29.37

+3,11%

I listini europei hanno chiuso in frazionale rialzo la seduta odierna: Milano +0,54%, Parigi +0,34% e Francoforte +0,61%. In territorio negativo solo la borsa di Londra: -0,43%. Va detto che nella giornata odierna il consiglio direttivo della Banca centrale europea ha lasciato invariati i tassi, confermando il programma Pepp e aperto ha un'inflazione sopra il 2%, anche se su quest'ultimo punto, ha precisato il presidente Christine Lagarde. Va sottolineato che la decisione del board non è stata unanime.

"È stata presa a larghissima maggioranza", non all'unanimità, ma "c'è stata unanimità sulla direzione della politica", ha indicato, sostenendo che nessuno dei membri del board vuole inasprire la politica monetaria prima del tempo, sarebbe un errore e la nuova formulazione della forward guidance "è diretta a evitare che ci sia una stretta prematura", ha sottolineato Lagarde.

Secondo gli esperti, la Bce aveva bisogno di dimostrare che poteva essere più "forte e persistente" riguardo alle indicazioni prospettiche e non ha deluso. "Questa notizia dovrebbe essere positiva nel breve termine per le azioni europee", afferma Xian Chan, chief investment officer, "il forte segnale relativo al fatto che l'istituzione europea manterrà i tassi di interesse più bassi più a lungo significa però anche che l'euro potrebbe scivolare", conclude l'esperto.

Sul fronte valutario il cambio euro/dollaro intanto scende sotto quota 1,8 cedendo lo 0,06%. Poco mossa la situazione in campo obbligazionario: lo spread Btp/Bund è rimasto inalterato alla soglia degi 107 punti, mentre il rendimento del Btp decennale è scesp allo 0,647%.  

Sul fronte dei dati macro, l'indice di fiducia dei consumatori dell’Eurozona, secondo la lettura preliminare di luglio, si è attestato a -4,4 punti, in peggioramento rispetto ai -3,3 punti di giugno.  

Oltre oceano Wall Street prosegue contrastata in seguito all'apertura intorno alla parità, con il Dow Jones che segna -0,05%, dopo la delusione per i dati sui sussidi di disoccupazione. Le nuove domande di sussidi sono cresciute di 51.000 unità a 419.000, deludendo le attese degli analisti che si aspettavano una ripresa più consistente del mercato del lavoro dopo che la settimana scorsa le richieste avevano toccato 360.000, il risultato migliore da marzo 2020.  

Materie prime contrastate: il petrolio continua al rialzo con il Wti e il Brent che si mantengono sopra lo 0,60% rispettivamente a 70 e 72 dollari al barile. In flessione l’oro che tratta a -0,02% a 1.803 dollari l'oncia. (riproduzione riservata)