Il Btp a 3 anni sottozero

di Roberta Castellarin 12/09/2019 11:52

Il Btp a 3 anni sottozero
 
  ULTIMO   VAR
Ftse Mib 21.932,18
11.43.42

+0,60%

Dax 30 12.384,33
11.43.43

+0,09%

Dow Jones 27.110,80
11.22.17

+0,13%

Euro/Dollaro 1,1042
11.28.59

-0,20%

Spread 137,79
12.00.32

-1,87%

Nelle aste di questa mattina dei titoli di Stato l'Italia ha collocato 4 miliardi di Btp 2023 al -0,01%. Per la prima volta quindi anche l'Italia entra nel club dei titoli a media scadenza sottozero.  Nel dettaglio oggi il Tesoro italiano ha collocato Btp a 3, 7 e 30 anni, che il "mercato ha accolto molto positivamente", afferma uno strategist di Ig. "Il nuovo titolo a 3 anni è stato accolto positivamente con bid to cover all'1,5 e rendimento intorno allo 0%" che, in asta, evidenzia un segnale di ottimismo tra gli investitori, "mentre quello a 7 anni ha registrato" una variazione di rendimento pari a -68 punti base, precisa l'esperto. "Anche la parte lunga ha riscosso un certo successo e, in generale, possiamo dire che la curva stia andando verso un ipotetico appiattimento, che finora era stato già visibile sul mercato secondario", conclude l'esperto.

Intanto Bank of America Merrill Lynch resta positiva sulle azioni europee e si aspetta un rialzo del 5% nei prossimi sei mesi. Gli analisti evidenziano il miglioramento degli ultimi pmi dell'Eurozona. Per quanto riguarda i singoli settori gli esperti confermano l'overweight sulle banche europee, l'underweight sui farmaceutici e in generale pensano che i titoli ciclici performeranno meglio dei difensivi nei prossimi mesi. Al momento il Ftse Mib guadagna lo 0,15% a 21.924 punti. In generale tutte le borse europee viaggiano intorno alla parità. 

D'altronde alle 13:45 verrà annunciata la decisione sui tassi, mentre alle 14:30 si terrà la tradizionale conferenza stampa con il numero uno della Banca, Mario Draghi. "La Bce potrebbe abbassare il tasso di deposito di 10 punti base", potrebbe "annunciare un nuovo round di acquisti di asset fino a 50 miliardi di euro al mese per almeno un anno" e potrebbe varare delle misure per proteggere le banche dagli effetti negativi del taglio dei tassi, spiegano gli analisti di London Capital Group.

"La Bce dovrebbe allentare la sua politica monetaria. Il tasso basso dovrebbe essere mantenuto stabile allo 0% e il tasso di deposito, al momento al -0,4%, potrebbe essere abbassato", nota David Madden, Market Analyst di CMC Markets; "si parla anche di uno schema di acquisto di titoli di Stato, ma i trader restano divisi sul fatto che la Banca lo annunci".

Quanto al tema del commercio internazionale, il Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha annunciato che la Casa Bianca rinviera' l'aumento dei dazi su 250 mld usd di beni cinesi che sarebbero dovuti entrare in vigore il primo ottobre. Ieri Pechino aveva deciso di rinviare l'attuazione di tariffe sui prodotti Usa.

Stephen Innes, Market Strategist di AxiTrader, parla di segnali di pace dalla Cina che "suggeriscono una volontà, almeno in superficie, di porre fine o quantomeno ridurre le ostilità commerciali" tra i due Paesi.

"Ad ogni modo, i ramoscelli d'ulivo della Cina sono stati così convincenti che il presidente Usa Trump ha annunciato che posticiperà l'aumento delle tariffe al 30% su 250 miliardi di dollari di beni cinesi al 15 ottobre, offrendo un significativo gesto di buona volontà nel dimostrare l'intenzione di negoziare per porre fine alla guerra commerciale", afferma l'esperto.

Intanto, le tensioni commerciali globali continuano ad avere impatto sull'economia mondiale. L'Istituto Ifo ha tagliato le previsioni di crescita della Germania di quest'anno e del prossimo e si aspetta ora un'espansione del prodotto interno lordo dello 0,5% e non piu' dello 0,6% nel 2019. Per il prossimo esercizio, le stime passano da +1,7% a +1,2%. Berlino ha un'economia fortemente dipendente dalle esportazioni.

Per quanto riguarda le singole azioni  Ubs ha alzato il prezzo obiettivo su Cnh Industrial (+0,99% a 9,98 euro) da 13 a 14 dollari, confermando la raccomandazione buy dopo gli incontri con il Ceo e il Cfo. Il management ha "ribadito tre temi presentati nell'Investor Day: crescita attesa, espansione dei margini e sprigionare valore", spiegano gli analisti. Ubs esprime inoltre fiducia nella capacita' di Cnh di ridurre i costi.

Saipem segna un +0,70%. Proprio Saipem ha comunicato, prima dell'avvio delle contrattazioni, di aver firmato una lettera intenti per il progetto multi-miliardario Nigeria LNG Train 7, confermando le anticipazioni riportate ieri da milanofinzanza.it (sulla base di indiscrezioni di Upstream).

Intanto Tecnimont (controllata di Maire Tecnimont), sempre in pre-apertura, ha informato di aver ha firmato un contratto preliminare Epc con Egypt Hydrocarbon, controllata del Gruppo Carbon Holdings, relativo allo sviluppo di un nuovo impianto di produzione di ammoniaca situato ad Ain Sokhna, vicino Suez, in Egitto. La società Maire Tecnimont nei primi scambi sale del 2,16%. (riproduzione riservata)