Milano regina d'Europa nonostante l'incertezza politica

13/08/2019 17:54

Milano regina d'Europa nonostante l'incertezza politica
 
  ULTIMO   VAR
Ftse Mib 23.651,62
9.59.55

-0,55%

Dax 30 13.221,18
9.59.51

-0,47%

Dow Jones 27.691,49
22.53.24

+0,00%

Euro/Dollaro 1,1005
9.45.02

-0,10%

Spread 149,55
10.14.57

+3,76%

Dopo una partenza in calo Piazza Affari è riuscita ad archiviare la seduta in netto rialzo (+1,36%) in scia alle evoluzioni dello scontro commerciale in atto tra Cina e Stati Uniti, risultando essere la migliore borsa europea visto che a Parigi il Cac40 ha chiuso a +0,99%, a Francoforte il Dax30 lo 0,6%, a Madrid l'Ibex35 lo 0,22%, mentre a Londra il Ftse100 ha guadagnato lo 0,33%.

Il sentiment di mercato ha invertito la rotta dopo che il governo americano ha annunciato che, "per motivi dei salute e sicurezza nazionale", l'applicazione dei nuovi dazi è stata annullata per alcuni prodotti cinesi inizialmente compresi nella lista che avrebbe dovuto essere sottoposta a tariffe doganali del 10% a partire dal primo settembre. Tra i prodotti cinesi su cui le tariffe saranno rinviate sono compresi cellulari, laptop, altri beni di consumo elettronici, abbigliamento e calzature.

Resta l'attenzione sulla politica interna: l'Aula del Senato è convocata per decidere sul calendario che scandirà la crisi di governo. Ieri, nel corso della capigruppo al Senato, Pd, M5S e gruppo misto avevano chiesto di fissare per il 20 agosto le comunicazioni del premier, Giuseppe Conte. Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia, invece avevano chiesto che la mozione di sfiducia venisse votata il 14 agosto.

Prende intanto piede nel Pd l'ipotesi di un accordo di legislatura con il Movimento 5 Stelle come alternativa al ritorno alle urne. Nel corso di una conferenza stampa a palazzo Madama, Matteo Renzi ha inoltre dichiarato che "il Governo del cambiamento è fallito", l'Italia sta "rischiando la recessione", perciò "da ex presidente del Consiglio, non da membro di una corrente o altro, lancio un appello alle forze politiche, ai responsabili per bloccare l'aumento dell'Iva al 25%". Renzi ha anche proposto la nascita di un "Governo istituzionale, no tax" perché "non c'è possibilità alcuna di stare alla finestra e dire il tempo è galantuomo".

Sul fronte macro, in Germania l'indice Zew relativo alle attese economiche è sceso a -44,5 punti ad agosto rispetto ai -24,5 punti di luglio, deludendo ancora una volta le aspettative del consenso degli economisti contattati dal Wall Street Journal, a quota -30 punti. Sempre ad agosto, l'indice riferito alle attuali condizioni economiche in Germania è sceso nettamente, da -1,1 punti dello scorso mese a -13,5.

L'inflazione negli Stati Uniti invece è salita a luglio dello 0,3% a livello mensile e dell'1,8% su base annuale. Il dato congiunturale ha superato lievemente il consenso degli economisti contattati dal Wsj. L'indice dei prezzi al consumo core, attentamente monitorato dalla Fed, è cresciuto dello 0,3% mese su mese e del 2,2% anno su anno. Sempre a luglio, i prezzi dell'energia sono saliti dell'1,3% mentre quelli dei generi alimentari sono rimasti immutati.

In luce a piazza Affari i bancari con lo spread che è calato a a 222 punti base: Banco Bpm +3,98%, Ubi +3,89%, Unicredit +3,05%, Intesa Sanpaolo +2,79%, Bper +1,15%. In evidenza tra le mid cap Mps (+7,23%), che ha venduto quattro portafogli di crediti deteriorati per circa 340 milioni. Ha accelerato al rialzo sul finale Stm in scia alle novità sul tema dazi.

Bene anche Leonardo (+2,83% a 10,18 euro), che in occasione di Lablace, principale esposizione aerospaziale in sudamerica, ha annunciato nuovi ordini per circa 30milioni.

Hanno chiuso in negativo Campari (-1,67%), Tim (-1,16%) e Recordati (-0,87%). Sul resto del listino è salita Salini Impregilo del 3,57%, mentre sull'Aim Italia ha chiuso al rialzo Confinvest (+9,41%).