Pirelli sostiene Piazza Affari, spread sotto quota 200

23/07/2019 18:00

Pirelli sostiene Piazza Affari, spread sotto quota 200
 
  ULTIMO   VAR
Ftse Mib 23.155,64
17.35.58

+0,14%

Dax 30 13.146,74
17.40.39

+0,58%

Dow Jones 27.857,78
17.47.03

-0,09%

Euro/Dollaro 1,1095
17.26.59

+0,05%

Spread 153,67
17.30.06

-0,63%

Seduta di rialzi per Piazza Affari (+1,01%) e per le altre Borse Ue, sostenute dal settore auto e componentistica (+3,96% Stoox). Il Fondo Monetario Internazionale ha tagliato le stime di crescita globale del 2019 di 0,1% al 3,2%, mentre quelle per il 2020 sono state ridotte al 3,5%. L'Eurozona però dovrebbe riprendere ad accelerare verso la fine del 2019 e nel 2020, mentre per l'Italia l'Fmi ha lascito invariate le stime di crescita allo 0,1% per l'anno in corso, e ridotto marginalmente quelle del prossimo da +0,9% a +0,8%.

Sul tema politico l'ex ministro degli esteri britannico, Boris Johnson, sostituirà a partire da domani la premier britannica, Theresa May, alla guida dell'Esecutivo. Il primo ministro della Spagna invece, Pedro Sanchez, ha fallito il suo primo tentativo di ottenere i voti per consentire al suo partito Socialista di formare un Governo, a causa dell'astensione dell'ultimo minuto di Unidas Podemos.

Gli operatori restano poi in attesa della riunione sui tassi della Bce di giovedi.

A Piazza Affari, in un contesto positivo per il settore auto e componentistica, Pirelli (+8,64%) ha beneficiato del fatto che Continental ha abbassato la guidance 2019, che però si è dimostrata in linea con quanto già scontato dal consenso. Salita anche Prysmian (+5,85%), che ha ricevuto la lettera di assegnazione da National Grid Viking Link Limited e Energinet per la realizzazione di Viking Link, la prima interconnessione in cavo sottomarino tra il Regno Unito e la Danimarca. Bene poi Leonardo Spa (+3,1%), Fca (+3,08%), Cnh (+2,61%) e Stm (+2,07%).

In luce i bancari con lo spread sceso a 196 punti base (200 punti in chiusura ieri): Unicredit +2,65%, Intesa Sanpaolo +1,17%, Ubi +0,64%, Banco Bpm +0,43%. Unica eccezione Bper (-0,53%).

In rosso Amplifon (-1,29%), Diasorin (-0,68%) e Unipol (-0,68%).

Sull'Aim Italia infine debutto per Shedir Pharma (-0,59%), società che opera nel settore della nutraceutica e farmaceutica e specializzata nella ricerca, formulazione, sviluppo e commercializzazione di prodotti nutraceutici, dermocosmetici, dispositivi medici e prodotti farmaceutici.